I CONSIGLI
Una bussola per orientarsi
fra vaccinazioni, controlli, crocchette
e code scondinzolanti.
Altri consigli Vedi tutti
fffffffffffffffffffff
 
 
   
Consiglio Vedi tutti
Viaggiare con il nostro amico a 4 zampe
Le regole per il trasporto del cane  
 

Che si viaggi in auto o su qualsiasi altro mezzo, esistono regole ben precise per il trasporto del cane.

Vediamo come può viaggiare Fido sui diversi mezzi.

In auto

Esiste un articolo del Codice della Strada (uk 169, cc.1 - 6 - 10) che stabilisce che per il trasporto di un solo animale non è necessario un divisorio all'interno dell'abitacolo (vi consigliamo in ogni caso di informarvi poichè è possibile che alcune amministrazioni comunali applichino la 169 in modo restrittivo). Comunque il cane non deve rappresentare in alcun modo pericolo o impedimento per chi è alla guida e deve sempre stare sul sedile posteriore. Nel caso di più animali l'installazione della rete divisoria nella parte posteriore dell'auto è obbligatoria.

 

Nei mezzi pubblici

Per quanto riguarda i mezzi di trasporto pubblico le reole variano da Comune a Comune; solitamente se l'accesso è consentito il cane potrà viaggiare se tenuto al guinzaglio. E' possibile che venga richiesto il pagamento di un biglietto. Normalmente i cani devono stare nella parte finale dell'autobus (nel primo o nell'ultimo vagone in caso di metro o trenini) e pagare il biglietto.

Il trasporto in taxi è ovviamente a discrezione del conducente, ma non esistono obblighi di soprattassa.

 

In treno

In treno è consentito trasportare gratuitamente cani di piccola taglia che, solo se strettamente sorvegliati dal padrone, possono essere tenuti sciolti. Quelli più grandi devono restare al guinzaglio (eventualmente per tenerli sciolti, c'è la possibilità di prenotare l'intero scompartimento). Di solito anche i passeggeri a quattro zampe pagano un biglietto seppur ridotto.

Meglio però informarsi in anticipo: in alcuni treni con poco spazio (è il caso del pendolino) sono accettati solo cani piccoli e su alcuni Eurostar possono salire solo i cani guida per ciechi.

Qyesti cani speciali viaggiano gratis in tutte le tipologie di treno.

 

In nave

I cani di piccola taglia possono liberamente viaggiare in traghetto; i più grandi possono farlo al guinzaglio.

Nel caso dei traghetti Sardinia Ferries per la Sardegna, ai cani è permesso viaggiare senza distinzione di taglia e con biglietto ridotto; altre compagnie, come la Tirrenia, richiedono per il cane il certificato di buona salute del veterinario e l'antirabica.

Anche per il viaggio via mare vi consigliamo di informarvi per tempo.

Come per i treni, i cani guida per i non vedenti viaggiano gratuitamente in tutte le navi.

Sulle navi da crociera il discorso è diverso: di norma non si accetano cani (solo straordinariamente quelli di taglia molto piccola).

 

In aereo

Pur avendo ognuna le proprie regole, generalmente le compagnie aeree accettano in cabina i cani piccoli, sotto i 10 kg, nelle apposite gabbiette. Se consentito dal comandante, il cane potrà uscire dal trasportino durante il volo.

Gli esemplari di media e grande taglia viaggiano in gabbie sistemate nella stiva.

Poichè il viaggio instiva non è molto gradevole per il vostro amico, cercate di evitarlo se non strettamente necessario. Se poi il cane ha problemi respiratori e di salute in generale o è vecchio non dovrebbe mai volare.

Prima di partire consultate comunque il medico veterinario che saprà darvi il consiglio migliore.

Ai cani guida è permesso restare a bordo con il padrone.

 

https://www.facebook.com/notes/amici-del-rifugio-del-cane-di-seriate/viaggiare-con-il-nostro-amico-a-4-zampe/445835148793928